31/05/2020 ore 00:39
Tre giovani ternani scatenano una maxi rissa alla festa di compleanno, arresti e denunce della polizia
Festa di compleanno con rissa. E' accaduto due sere fa in un ristorante della periferia di Terni dove decine di giovani stavano festeggiando due distinti compleanni. Ad un certo punto è scoppiata la rissa che ha coinvolto decine di persone e che è stata sedata grazie solo all'intervento della polizia. Sul posto si sono portate due Volanti, alle quali si è aggiunto un terzo equipaggio di agenti della polizia stradale. All'esterno del locale c'erano una cinquantina di persone, un giovane presentava una ferita sanguinante al sopracciglio, altri recavano i segni delle botte ricevute, tanto che alcuni giovani sono dovuti ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso a seguito delle lesioni riportate nella colluttazione. Uno di essi ha riportato la frattura di un dente. I tre presunti autori della rissa, tutti ternani, un 18enne, e due fratelli di 17 e 21 anni, sono stati portati in Questura, dove è stato possibile ricostruire la dinamica dei fatti. Stando a quanto riferito in un comunicato emessao dalla questura ternana, i tre giovani insieme ad altri loro amici avevano deciso di partecipare, non invitati, alle feste di compleanno delle quali avevano avuto notizia. Sembra che ad un certo punto il cuoco del locale li aveva sorpresi all’interno del bagno, dove stavano bivaccando e consumando numerose bottiglie di vino, birra e alcolici che avevano preso all’interno del ristorante. Pare addirittura che uno dei tre stava anche compiendo atti di vandalismo nel corridoio. Le rimostranze del cuoco avrebbero determinato ingiurie e provocazioni da parte dei tre; dalle parole si sarebbe passato ai fatti ed i tre giovani avrebbero cominciato ad aggredire chiunque provasse a fermarli. La mischia si era quindi estesa a quasi tutti gli ospiti del locale, molti dei quali avevano ricevuto pugni e calci. Solo il provvidenziale arrivo della polizia ha posto fine alla rissa. In Questura i due fratelli si sarebbero scagliati anche contro gli agenti che stavano ricostruendo i fatti, tanto che il 21enne è stato arrestato per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Il minore, per gli stessi reati, è stato denunciato in stato libertà alla Procura della Repubblica del Tribunale per i Minorenni di Perugia e quindi è stato affidato ad una comunità per minorenni, alla quale, peraltro, era già stato affidato in precedenza. Il giovane arrestato, pregiudicato, ha precedenti specifici recenti in materia di violenza, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, rissa, lesioni, reati contro la persona in genere, contro il patrimonio e in materia di stupefacenti. Tutti e tre sono denunciati per i reati di furto, rissa, lesioni personali e danneggiamento, in concorso tra di loro.
(Foto di repertorio)
30/1/2012 ore 14:49
Torna su