29/11/2020 ore 02:08
Terni: Abbate (Pdl) auspica che l'amicizia tra la Marini e la Polverini porti a nuovi sbocchi per l'Umbria
“Cosa si aspetta per passare dalle parole ai fatti?” Lo chiede Francesco Abbate (Pdl) commentando le notizie riguardanti un recente incontro tra la governatrice del Lazio Renata Polverini e la governatrice dell’Umbria Catiuscia Marini. “Riteniamo – afferma Abbate – che la Marini debba cogliere l’occasione per trasformare un rapporto di amicizia personale in un rapporto istituzionale più stringente sul quale costruire iniziative comuni che vadano oltre l’ordinaria amministrazione. Turismo, cultura, sviluppo economico, mobilità, trasporti, politiche abitative, sanità, sono tutti argomenti importantissimi che possono trovare un’effettiva valorizzazione attraverso un confronto politico e istituzionale tra le due Regioni che sia organico, continuativo e coerente. Una collaborazione tra Umbria e Lazio basata su progetti di sviluppo comuni assicurerebbe al nostro territorio importanti benefici economici, sociali e culturali. Continuare a far finta di nulla e credere che il modello di sviluppo attuale possa essere utile anche per il futuro rappresenta una scelta politica miope. In questo contesto chi ricopre ruoli di responsabilità politica e amministrativa a livello locale deve svolgere un’azione di persuasione nei confronti della Regione Umbria per promuovere una maggiore interazione con il Lazio che sia funzionale anche agli intereressi del nostro territorio provinciale. Anche per questo motivo un Consiglio provinciale straordinario sul problema della mobilità e del pendolarismo in particolare può essere un’occasione per discutere sull’opportunità di sviluppare un’incisiva azione politica in grado di gettare le basi per un nuovo protagonismo del territorio”.
26/1/2012 ore 0:03
Torna su