25/11/2020 ore 00:20
Maxi operazione antidroga dei carabinieri, 17 persone arrestate, tra queste anche due giovani donne
Maxi operazione antidroga dei carabinieri, che ha interessato anche una parte della provincia di Terni. In particolare la zona dell'orvietano. Nelle prime ore della mattinata, infatti, ad Orvieto, Viterbo, Roma, Castiglione in Teverina e Pomezia, ben 90 militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Terni e della Compagnia di Orvieto, hanno chiuso il cerchio di una complessa attività di indagine iniziata tempo addietro. Alla maxi operazione hanno partecipato anche due unità cinofile del Nucleo Carabinieri di Bastia Umbria nonché i carabinieri delle Compagnie di Roma-Piazza Dante, Pomezia, Montefiascone, Viterbo, e Perugia. Diciassette sono le persone arrestate, mentre sono state cinque le perquisizioni domiciliari, nei confronti di 22 soggetti di età compresa tra i 20 e 27 anni, ritenuti a vario titolo responsabili del reato di cessioni illecite continuate e aggravate di stupefacenti (hashish, cocaina, marjuana e metanfetamine). Sette uomini sono stati accompagnati in carcere, mentre nei confronti di altri 4 di loro sono scattati gli arresti domiciliari. Per le altre 6 persone, tra le quali due giovani donne, è stato disposto l’obbligo di dimora presso il proprio domicilio nelle ore serali. Nel corso delle perquisizioni domiciliari sono stati rinvenuti e sequestrati 25 grammi di hashish, 50 di marjiuana e una bilancia di precisione. L’indagine, denominata “Fiesta 2011”, era iniziata nel luglio del 2010 ed è stata condotta dal Nucleo Operativo dei Carabinieri di Orvieto, sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica, ha coinvolto complessivamente 61 soggetti, attualmente iscritti nel registro degli indagati (di cui 4 stranieri e 2 minorenni). Nel corso dell’attività sono stati sequestrati quasi 400 grammi di hashish, a seguito dell’arresto in flagranza di reato di tre ragazzi orvietani nel mese di agosto 2011. L’attività investigativa ha permesso di acclarare 240 episodi di spaccio (alcuni dei quali anche nei confronti di alcuni minorenni), commessi ad Orvieto, Roma e nei comuni limitrofi al comprensorio orvietano, che oltre a coinvolgere i personaggi attualmente indagati, ha permesso di segnalare all’Autorità Amministrativa ben 145 assuntori di droga.
19/1/2012 ore 12:59
Torna su