30/11/2020 ore 05:16
Università: diminuiscono le borse di studio, ma la Regione riesce a garantire posti letto, contributi e servizi mensa
Nel 2010 l'Adisu ha assicurato 1.498 posti letto nei vari collegi e residenze, per un costo medio annuo individuale di 3.137 euro e un importo complessivo di 4milioni e 699.533 euro. Delle borse di studio finanziate dal ministero per 9milioni 651.150 euro, hanno usufruito 1.111 studenti fuori sede, 564 pendolari, 271 in sede. Agli studenti aventi diritto rimasti privi di borsa (1.327 fuori sede, 875 pendolari e 441 residenti) l'Agenzia ha erogato servizi in contributi monetari per 3milioni e 930.675 euro; servizi abitativi per un milione e 214.000 euro; pasti gratuiti nelle mense dell'ateneo per 1 milione 223mila. Per effetto dei tagli ministeriali l'Adisu non è riuscita ad erogare come nel passato la totalità delle borse di studio agli studenti aventi diritto per merito e condizione patrimoniale (contro una media nazionale del 50 per cento erogata dagli altri atenei): l'Agenzia per la prima volta si è fermata ad una copertura del 42,26 per cento, garantendo però agli aventi diritto rimasti esclusi incentivi importanti come ervizi mensa, contributi finanziari ed alloggi gratuiti. Questo è stato possibile anche grazie ai maggiori fondi assegnati dalla Regione, pari a 3 milioni e 500mila euro, individuati in sede di assestamento del bilancio”.
(Foto di reprtorio, presa dalla Rete)
19/1/2012 ore 0:40
Torna su