04/12/2020 ore 21:03
Tenta di spacciare banconote false in un negozio del centro, arrestato un 37enne
Era entrato in un negozio di abbigliamento per bambini del centro cittadino con lo scopo di "spacciare" banconote false, ma è statos coperto ed arrestato dalla polizia. E' stata la commessa del negozio a chiamare il 113 segnalando la presenza di uno straniero che aveva appena tentato di pagare con una banconota da 100 euro apparentemente falsa. L’uomo aveva acquistato alcuni capi di abbigliamento per un valore totale di poco più di 26euro, esibendo alla cassa la banconota che era subito apparsa sospetta e, quindi, era stata rifiutata. Dopo essersi allontanato, l’uomo, un cittadino marocchino di 37 anni, domiciliato a Civita Castellana (Vt), era ritornato nel negozio dicendo di aver appena “cambiato” i 100euro sospetti e aveva cercato di pagare con una banconota da 50euro. A quel punto, però, sono arrivati gli agenti che hanno chiesto all’uomo delle spiegazioni. Lo straniero ha inizialmente provato a negare di avere mai tentato di spacciare soldi falsi, ma quando anche la commessa di un altro esercizio commerciale, presentatasi nel negozio dopo aver saputo dell’accaduto, ha riferito che lo stesso uomo alcuni giorni prima aveva acquistato da lei altri capi di abbigliamento pagandoli con una banconota da 100euro poi risultata falsa, il marocchino non ha avuto via di scampo. Gli agenti della volante lo hanno invitato a mostrare i soldi che aveva con sé e lui, dopo aver tirato fuori dal portafogli alcuni pezzi di carta e scontrini, non ha potuto nascondere il biglietto da 100 che aveva negato di possedere. Dagli accertamenti subito effettuati dagli uomini del dirigente Savio è emerso in modo inequivocabile che la banconota era falsa. Inoltre, il cittadino marocchino è risultato essere già ampiamente noto alle forze dell’ordine sempre per il reato di spendita di denaro falso, più volte commesso negli ultimi anni tra il Friuli, il Veneto e la Lombardia.L’uomo è stato arrestato e processato per direttissima. Il giudice lo ha condannato alla pena di otto mesi di reclusione (senza condizionale) ed al pagamento di una multa di 140 euro.
16/1/2012 ore 11:36
Torna su