05/06/2020 ore 20:47
Terni: venerdi 28 e sabato 29 ottobre al Michelangelo convegno promosso dall'Associazione Italiana Pneumologi
“Dall’ospedale al territorio: la presa in carico del paziente respiratorio critico”. Questo il tema di un importante convegno scientifico promosso dalla Sezione Umbra dell’Aipo, Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri che si terrà a Terni, presso la sala conferenze dell’hotel Michelangelo venerdì 28 e sabato 29 ottobre. All’iniziativa prenderanno parte numerosi esperti e specialisti che si confronteranno sui problemi dei pazienti con gravi problemi respiratori e della loro gestione domiciliare dopo la dimissione dall’ospedale. Nella prima giornata il convegno, che sarà aperto dal presidente uscente dell’associazione scientifica Aipo dr. Roberto Tazza, responsabile dell’unità operativa di pneumologia della Asl 4 provinciale di Terni, intende analizzare le difficoltà della pneumologia in Umbria dove l’offerta di prestazioni non risulta ottimale, sia per il numero ridotto degli specialisti pneumologi sia per la loro irregolare distribuzione sul territorio. A seguire è prevista una tavola rotonda, moderata dal prof. Lucio Casali, direttore del dipartimento di clinica medica dell’Azienda Ospedaliera “S. Maria” di Terni, alla quale sono invitati a partecipare la presidente della Regione Catiuscia Marini, i direttori generali delle aziende sanitarie e ospedaliere della regione e numerosi sindaci del territorio umbro. Sarà poi la volta delle due letture magistrali, la prima tenuta dallo stesso prof. Casali su “Evoluzione della pneumologia: dalla tisiologia alla pneumologia interventistica”, la seconda tenuta dal prof. Riccardo Pistelli dal titolo “Ruolo della fisiopatologia respiratoria nella valutazione del paziente respiratorio”. Al professor Pistelli verrà consegnato il premio “L’Umbria per il respiro” in quanto “umbro che ha conseguito importanti traguardi professionali e accademici nel mondo della pneumologia italiana”. Nella giornata di sabato 29 ottobre il convegno sarà invece incentrato sull’esame delle difficoltà che le varie realtà sanitarie della regione trovano nella gestione ospedaliera di pazienti respiratori critici, in genere ventilatore - dipendenti e tracheostomizzati non autosufficienti e nella difficoltà della dimissione e presa in carico del territorio di questi pazienti. Verranno presentate esperienze da parte dei medici specialisti pneumologi ospedalieri e territoriali e dei medici coinvolti nella organizzazione delle procedure di dimissione e di organizzazione dell’Adi, assistenza domiciliare integrata. E’ previsto l’intervento del presidente provinciale della Società italiana di Medicina Generale e si darà spazio anche alla voce dei pazienti grazie al contributo del presidente della sezione umbra dell’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica.
Al termine dei lavori verrà presentato il documento Aipo sull’Assistenza Domiciliare Respiratoria, unico documento validato scientificamente e si potrà discutere dell’esperienza di un progetto di assistenza domiciliare respiratoria avviato da anni nella Asl di Mantova. “L’importanza degli argomenti - spiega il dr. Roberto Tazza nel presentare l’evento scientifico - e l’aspetto multidisciplinare della discussione pemetterà un esame dei problemi obiettivo e si spera costruttivo affinché l’assistenza a questi pazienti possa svilupparsi in modo adeguato e uniforme su tutto il territorio regionale anche alla luce della prossima riorganizzazione delle strutture sanitarie umbre”.

25/10/2011 ore 23:42
Torna su