25/11/2020 ore 18:14
San Gemini: il 25 giugno parte il "Living Lab", che punta allo sviluppo di servizi digitali innovativi
Partirà il 25 giugno il Living Lab di San Gemini, il progetto sostenuto da Provincia di Terni, Regione Umbria e Comune di San Gemini che si avvale degli innovativi Smart Services di Telecom Italia e della partnership di Aspasiel. A presentare tutte le novità in una conferenza stampa in Provincia c’erano il presidente della Provincia di Terni Feliciano Polli, il sindaco di San Gemini Leonardo Grimani, il responsabile Public Sector, area Enti locali e Sanità Centro-Sud di Telecom Italia Mario Pastore e il consigliere delegato di Aspasiel, Mauro Battistoni. Obiettivo del progetto, è stato detto durante l’illustrazione ai giornalisti, è la realizzazione del primo “laboratorio vivente” in Umbria per la gestione intelligente del territorio e lo sviluppo di servizi digitali innovativi. Con Living Lab i cittadini di San Gemini avranno un risparmio di circa il 30% sulla bolletta energetica oltre a internet libero anche per i turisti. “Il Living Lab di San Gemini – ha detto il presidente Polli - rappresenta una tappa importante nel processo di innovazione provinciale e regionale sul quale la Regione e la Provincia di Terni stanno investendo da tempo. E’ un sistema che punta a potenziare i servizi per i cittadini, per i turisti e per le imprese, apportando risparmi economici da reinvestire sullo sviluppo. La Regione condivide in pieno il progetto nello spirito di collaborazione che contraddistingue i rapporti fra gli enti istituzionali, Telecom Italia ed Aspasiel”. Pastore di Telecom Italia ha sottolineato come l’azienda stia investendo in Umbria dialogando con le istituzioni “in un rapporto – ha spiegato – di reciproca soddisfazione. Il Living Lab nasce da un’idea tutta italiana che Telecom ha deciso di sviluppare e promuovere per innovare servizi e strumenti a favore della comunità”. Battistoni di Aspasiel ha invece rimarcato il grande lavoro fatto dal punto di vista tecnico per arrivare a predisporre tutto in modo da essere pronti per l’avvio del 25 giugno. “E’ stata una grande scommessa – ha affermato – che abbiamo vinto grazie alla stretta collaborazione con la Provincia, la Regione e il Comune di San Gemini”. “Siamo orgogliosi – ha infine dichiarato il sindaco Grimani – di essere stati scelti come sito pilota della tecnologia Smart Town e rivolgiamo un grande ringraziamento alla Provincia di Terni per il sostegno offerto che la pone come pilastro istituzionale essenziale”. A fronte del protocollo d’intesa già siglato tra le parti in Provincia di Terni, il Comune di San Gemini è la prima realtà regionale a sperimentare la realizzazione di questo modello che, grazie all’infrastruttura tecnologica Smart Town di Telecom Italia, è in grado di offrire servizi eco-sostenibili e a basso impatto ambientale. L’adozione di questo modello tecnologico consentirà inoltre al Comune un impiego più razionale delle risorse economiche. L’attivazione dei servizi, che interesserà l’area del centro storico, è stata realizzata senza la necessità di effettuare interventi infrastrutturali sul territorio grazie proprio alla piattaforma Smart Town che si basa sugli impianti di illuminazione pubblica integrati alle reti di telecomunicazioni attraverso la tecnologia a onde convogliate. Il progetto prevede in particolare l’attivazione del servizio Smart Energy che permette al Comune di gestire l’illuminazione pubblica su oltre 50 lampioni sui quali verrà installata una semplice centralina. Il servizio consente di monitorare in maniera organica i lampioni, controllarne il funzionamento ed impostare gli orari di accensione e spegnimento. Con tale sistema l’amministrazione comunale risparmia circa il 30% dell’energia e circa il 35% dei costi delle manutenzioni. Il servizio Smart Communication prevede invece l’attivazione del collegamento alla rete Wi-Fi attraverso gli access point installati sui lampioni di illuminazione pubblica, sfruttando la rete elettrica già esistente integrata alle reti di telecomunicazioni, senza la necessità per l’amministrazione di installare un’apposita infrastruttura di rete dati. Attraverso il collegamento Wi-Fi turisti e cittadini potranno accedere dai propri dispositivi mobili (notebook, smartphone e tablet) al portale di informazioni turistiche relative al Comune di San Gemini. L’attivazione del servizio Smart Advertising consentirà inoltre di ottimizzare la comunicazione tra l’amministrazione comunale, i cittadini e i turisti avvalendosi di un totem multimediale installato in piazza San Francesco e collegato alla rete di illuminazione pubblica e alla rete di telecomunicazione. Il servizio consentirà al Comune, attraverso la piattaforma SmartTown, di fornire in tempo reale, a cittadini e turisti, segnalazioni sugli eventi organizzati in città o sui luoghi di interesse turistico.
25/6/2011 ore 0:01
Torna su